Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più CONSULTA LA COOKIE POLICY. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. ACCETTO

“...di mussoline Abrahan fini come sorgenti montane, invisibili sotto la superficie dell’acqua più chiara; di mussoline Shabnam che quando le stendevi sull’erba si scioglievano nella rugiada mattutina; di stoffa chiara di montagna, quindici metri che non pesavano più di due pugni di riso, e tuttavia più densa della lana più fitta, con quattrocento fili d'ordito per ogni due centimetri e mezzo...”

da "Il cerchio della ragione" di Amitav Ghosh

login